Arezzo - Sarà il noto penalista, avvocato Nina Marazzita, ad aprire sabato 25 ottobre nel salone delle feste del Circolo Artistico di Arezzo alle ore 17.30 il primo evento della rassegna denominata "Incontri d’Autore", ideata e condotta dai giornalisti Antonella di Tommaso, e Roberto Messina e organizzata dall’Associazione culturale "Ailanthus", col patrocinio di Lions Club Host di Arezzo, AIG-Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù, Forum Nazionale dei Giovani, Rubbettino editore, Premio "Il Viaggiautore", Accademia "Gioacchino da Fiore", "Interviste d’Autore" si avvale del prezioso contributo del Circolo Artistico unitamente alla Libreria Mondadori di Arezzo che hanno messo a disposizione le locations, oltre al contributo tecnico dell'Associazione "Ancos" di Confartigianato persona, del ristorante "Buca di San Francesco", Casa Bertini, Caffo. "Vogue Hotel", "B&B Garden", "Memar. Finestre con cuore", "Casa delle nuove energie”, IAMT- Italian Association for Medical Tourism Development, EDN-Excellence Dental Network, Istituto d'Arte e Restauro "Palazzo Spinelli" Firenze, così come la "Filarmonica Guido Monaco", che suonerà la "colonna sonora" di ogni "pomeriggio d'autore". Al termine di ogni incontro, una conviviale con degustazioni di prodotti tipici di varie regioni italiane (si comincia coi dolci calabresi al cioccolato di "Casa Bertini") e l'estrazione di inviti per la "cena con l'autore" che seguirà ad ogni evento. L’incontro di sabato 25 ottobre sarà un colloquio col noto avvocato Nino Marazzita, grande penalista e contemporaneamente saggista, opinionista e uomo di tv, che si è occupato di scottanti casi di cronaca guadagnandosi il soprannome di “avvocato dei diavoli” per aver difeso alcuni degli autori (o sospetti tali) dei delitti più celebri ed efferati della cronaca nera italiana degli ultimi decenni. Ha infatti istruito i processi di Pietro Pacciani, il presunto “mostro di Firenze” (per il quale ottenne in appello l’assoluzione dopo la condanna di primo grado all’ergastolo); del serial killer (17 omicidi) Donato Bilancia; quello per l’assassinio di Pasolini e per lo stupro e l’omicidio del Circeo. Poi il processo per il rapimento e l’uccisione di Moro. Lo scandalo Sisde (che chiamò in causa il Presidente Scalfaro, il capo della Polizia Parisi e il ministro Mancino). E ancora, i processi di Pazienza e Carboni, quello di Katarina Miroslava, quelli del settimanale satirico “Il male”, col suo "pungente" amico vignettista Forattini, difeso da ben 125 querele... Cause importanti, popolari, sotto l’occhio critico di media e poteri forti, che hanno coinvolto intel¬lettuali e uomini politici di primo piano. Regista mancato, uomo di cultura e di spirito, appassionato di letteratura, gran frequentatore di salotti televisivi a “Tappeto Volante” e “Costanzo Show”, ospite fisso di “Anima Mundi” e “Italia domanda”, Marazzita ultimamente è anche giudice nella trasmissione di Mediaset "Forum". Lo si ricorda anche testimonial di spot, come quello della Lancia Libra (assieme ad Harrison Ford). Nel suo libro "L'avvocato dei diavoli" (Rizzoli) narra per la prima volta le sue esperienze con una raccolta di storie come romanzi brevi con i tratti inconfondibili e agghiaccianti della realtà. E' il racconto di un uomo che ha guardato negli occhi il male, che ha "attraversato l’inferno senza lasciarsi lambire dalle sue fiamme", e che, nel colloquio con i suoi assistiti, ha appreso segreti mai confessati a nessun altro... .